menù



Sponsor



sabato 26 novembre 2016

"L'ottavo giorno" ovvero l'ora della disabilità approda a Velletri

Il prossimo 3 dicembre si svolgerà a Velletri un’intera giornata dedicata al tema della disabilità. 


VELLETRI - La compagnia teatrale degli “Antipatici”, che già in altre occasioni ha cercato di sensibilizzare il pubblico su temi sociali, ha organizzato questo evento, con il patrocinio del comune di Velletri, denominato “L’Ottavo Giorno”, insieme all’Associazione Onlus "Risveglio" di Roma, che da anni si occupa di problematica delle Gravi Cerebrolesioni Acquisite (GCA), per trattare ancora una volta questo argomento così delicato, di cui tanto si parla, e poco si conosce.
Questa iniziativa si inserisce nel filone dell’interesse particolarmente sentito ai nostri giorni nei confronti della disabilità. L’intento che si intende perseguire, con una serie di presenze sul territorio regionale ed oltre, è quello della sensibilizzazione promossa attraverso una formula creativa che coinvolge più espressioni e sviluppa al contempo un metodo di informazione e di educazione responsabile verso uno dei temi cruciali della società odierna e che reclama maggiore attenzione e dedizione da parte degli organismi pubblici e privati preposti al servizio, ed ogni singolo consapevole cittadino del nostro tempo. L’evento avrà inizio la mattina, dalle ore 10:00, presso il Polo Espositivo Juana Romani Casa delle arti e dell'artigianato, Sala Marcello De Rossi, con la presentazione del libro: "La prima ora" di Luca Speziale. L’ autore parlerà proprio dell’importanza della “prima ora” dopo un incidente, ossia il tempo entro il quale occorre intervenire per evitare gravi conseguenze agli incidentati. Interverranno anche i ragazzi dell'Istituto Cesare Battisti Liceo Artistico Juana Romani, autori della scenografia teatrale e di un manufatto simbolico dedicato, appunto, alla disabilità. Nel pomeriggio, dalle 17:30 in poi, al Teatro Aurora, "Gli Antipatici" tenteranno di alleggerire il programma con il loro teatro comico e surreale, con la commedia “Finti invalidi crescono”. Per questo spettacolo sono stati coinvolti gli allievi dell’Istituto d’arte di Velletri, e la scuola di ballo Factory Dance Studio di Claudia Taloni. A seguire alcuni ragazzi, colpiti da GCA, dell’Associazione Risveglio si cimenteranno in “Eppur vola l’elefante russo”, per la regia di Rocco Paciulo, uno spettacolo dove di certo non mancheranno forti emozioni. Parte degli incassi saranno devoluti in beneficienza alla stessa associazione. "L'ottavo giorno” verrà affiancato, nel 2017, dalla FeedyArt Foundation di Diana Alessandrini e approderà prima a Roma e poi a Milano nel più vasto progetto "Magnifica Inclusione" che si terrà alla Regione Lombardia che ha preso in carico l'intero progetto.