menù



Sponsor

venerdì 4 novembre 2016

"La CO.PRO.VI. cade a pezzi": il video-denuncia di Paolo Felci (CPI) sul degrado dello stabile di Viale Oberdan

Il degrado di uno stabile in pieno centro è l'oggetto del video di Paolo Felci e dei militanti di CPI, i quali lamentano la difficile situazione in cui versa l'ex CO.PRO.VI.

VELLETRI - Si batte da anni, Paolo Felci, per il recupero della ex CO.PRO.VI., un tempo centro pulsante dell'attività vitivinicola cittadina e ora da ormai troppo tempo in preda ai vandali e alla mercé di chiunque voglia entrare e razziare quello è comunque un pezzo di storia di Velletri.

Da quando è finito il via vai dei camion e dei trattori pieni d'uva, che pur provocando magari qualche problemino di traffico ricordavano la vocazione agricola della città, il luogo si è andato spegnendo pian piano. Dai progetti di recupero, mai realizzati, fino alle tante idee che però non sono mai state concretizzate. Paolo Felci, allora, con i militanti di CPI, ha deciso di far vedere a tutti i cittadini quale sia la reale situazione dello stabile davanti al quale passano ogni giorno centinaia di persone. Vetri rotti, rifiuti di ogni genere, materassi sintomo di bivacchi notturni o rifugi per senza tetto, e soprattutto una palpabile presenza umana e giovanile, come testimoniato da un pallone o da murales e graffiti. La pericolosità del luogo, che è facilmente accessibile scavalcando il cancello o la recinzione, sta nel fatto che il grande e dispersivo edificio è pieno di calcinacci, elementi appuntiti e pericolosi, ed in generale situazioni poco sicure. L'appello di Felci e di CPI, rivolto alle autorità competenti e all'amministrazione, è di mettere mano a questo degrado che continua nonostante i ripetuti solleciti, e riconsegnare alla ex COPROVI un ruolo attivo e dignitoso all'interno della città.