menù



Sponsor

sabato 22 ottobre 2016

Storie di papi, boschi e santuari ai Castelli Romani

Ecco le proposte per il prossimo week end da parte di Visit Castelli: c'è anche il Museo Diocesano di Velletri.


VELLETRI - È notizia oramai arcinota sui media nazionali ma non possiamo esimerci dal menzionarla, quella dell’ampliamento dell’accesso al pubblico, da venerdì 21 ottobre, del palazzo pontificio - ex residenza estiva papale - di Castel Gandolfo, inutilizzato dal momento dell’elezione al soglio pontificio di papa Francesco.
Dopo l'apertura al pubblico del Giardino Barberini e l'inaugurazione, all'interno del Palazzo Apostolico, del museo della Galleria dei Ritratti dei Pontefici, ora anche le aree più private e riservate della residenza pontificia potranno essere ammirate e godute da pellegrini e turisti. Tanti i luoghi esclusivi dell'Appartamento Pontificio che si sveleranno agli occhi dei visitatori: dalla Camera da letto alla Cappella Privata, dalla Biblioteca allo Studiolo, lungo un ricco percorso espositivo ideato, allestito e gestito dai Musei Vaticani. Il 21 ottobre mattina l’evento verrà arricchito da uno spettacolo musicale dal titolo “La bellezza ci unisce”, con esibizione di un coro cinese. Segnaliamo inoltre, per questo weekend, le due escursioni geonaturalistiche conclusive, ai Castelli Romani, della “Settimana del pianeta terra” - 4ª ediz. (16-23 ottobre). Il Parco dei Castelli Romani sostiene con il proprio patrocinio le iniziative organizzate, per l’occasione, dall’associazione Geonatura, dedicate all’area vulcanica dei Colli Albani, sotto il comune titolo "Il Vulcano Laziale racconta”. Dopo Rocca di Papa il 16 ottobre scorso, in questo weekend altre due imperdibili escursioni: il 22 ottobre un GeoTour dei Laghi Vulcanici, con partenza da Nemi, articolato in 2 fasi - una la mattina e una il pomeriggio, quando ci si trasferirà sulle sponde del Lago Albano, per percorrere il "Sentiero dell'Acqua" a bordo della barca didattica dell’ente Parco; il 23 l’escursione Un Vulcano Di-Vino partirà da Monte Porzio Catone per raggiungere l’area archeologica di Tuscolo, e per concludere la giornata si visiterà il Museo diffuso del Vino di Monte Porzio Catone, legato alle tradizioni contadine di questo territorio, con la possibilità di fare delle degustazioni di vini del Consorzio Denominazione Frascati Non possiamo poi non segnalare la presenza del Parco Regionale dei Castelli Romani a “Parchinmostra”, iniziativa organizzata dallo staff del progetto della Regione Lazio “Life Go Park”: sabato 22 ottobre dalle ore 10 alle 18, alla Cartiera Latina del Parco Regionale dell’Appia Antica (via Appia Antica 42), sarà in mostra tutto il meglio del patrimonio naturalistico regionale, con la possibilità di curiosare fra gli oltre 40 stand. Una grande vetrina gratuita dedicata alle Aree Naturali Protette e ai Siti Natura 2000 del Lazio aperta al pubblico, ai ragazzi delle scuole, alle realtà turistiche e alle eccellenze ecosostenibili del territorio. I visitatori potranno partecipare al buffet, ad attività naturalistiche e gustare i prodotti tipici locali proposti dalle eccellenze laziali; spazio anche ai più piccoli con un’area ad hoc nella quale saranno organizzati laboratori didattici naturalistici. Per tornare ai Castelli Romani… Vi elenchiamo infine la “tradizionale” programmazione di “Enjoy Castelli Romani”: tour, trekking e visite guidate per tutto il weekend. Due agenzie turistiche locali proporranno, per questo weekend, due originali tour nei Castelli, il primo di taglio enogastronomico, il secondo, invece, spirituale: l’anima… e il corpo! Sabato 22, ecco una mattinata all'insegna delle tradizioni culinarie dei Castelli Romani, per ascoltare storie, mescolare ingredienti, degustare ricette e vini durante una coinvolgente lezione di cucina. Domenica 23, un bell’itinerario tra i santuari locali più interessanti sotto il profilo storico ed artistico: l'Abbazia di San Nilo a Grottaferrata, la Madonna del Tufo a Rocca di Papa, S. Maria della Rotonda ad Albano Laziale; per concludere con la visita al Museo Diocesano di Velletri, all'interno del chiostro della Cattedrale di San Clemente, che conserva un ricco patrimonio di arte sacra. Sabato 22 ci si potrà cimentare, a Rocca di Papa, in una lunga escursione nel bosco alla scoperta di Monte Cavo e dei Monti delle Faete, mentre a Rocca Priora, nel bosco del Cerquone su Via del Vivaro, si potranno fotografare funghi ed elementi del bosco e del sottobosco. A Monte Porzio Catone si potrà visitare il Museo del vino, per apprendere la storia e le tradizioni legate ai vini del nostro territorio in una modalità innovativa e accattivante che vede affiancare alla tradizionale visita al museo una degustazione guidata itinerante. Domenica 23 un itinerario tra le cantine del centro storico di Monte Compatri con degustazione di ciambelle, vino e prodotti tipici sarà seguito da una visita al frantoio con osservazione delle varie fasi di lavorazione delle olive. Sempre a Monte Compatri, si potrà passeggiare in compagnia di un asinello nei boschi che circondano la Collina degli Asinelli; durante il percorso, adatto a tutta la famiglia, si dimenticheranno l'orologio e i ritmi frenetici della vita quotidiana, alla scoperta dei diversi ambienti naturali e degli animali che li popolano (si consiglia una prenotazione molto anticipata per i pochi posti disponibili). Ad Albano si potranno visitare i Cisternoni e il Santuario della Rotonda, e passeggiare nel centro storico alla scoperta delle evidenze archeologiche relative ai Castra Albana, l'accampamento fortificato voluto dall'imperatore Settimio Severo per acquartierare la sua Legio II Phartica. Come ogni weekend, poi, sabato e domenica si potrà navigare sul lago Albano di Castel Gandolfo a bordo della barca didattica dell'Ente Parco.