menù



Sponsor


martedì 25 ottobre 2016

L'Alternanza Scuola/Lavoro nelle aziende agricole di Velletri: esperienza interessante degli studenti di Genzano

Interessanti incontri nell'ambito della ASL - Alternanza Scuola/Lavoro tra le Aziende a conduzione biologica di Velletri e lo Scientifico di Genzano.

VELLETRI - Nel mese di Ottobre le classi del Liceo Scientifico "Vailati" di Genzano guidati dalla Professoressa Eva Battiloro si sono recate presso le Veliterne aziende a conduzione biologica di Fabrizio Caponera e di Matteo Evangelisti.

Qui si sono tenuti dei corsi di storia della vite e sua coltivazione, biologia della vite e sua fitopatologia, sull’orticoltura biologica, lotta biologica delle orticole.


I ragazzi si sono cimentati in alcune attività delle aziende ospiti quali la raccolta dell’uva, la potatura, la semina e così via. Uno dei tanti pensieri espressi dai ragazzi descrive l'entusiasmo nell'aver conosciuto direttamente un'azienda che pratica agricoltura in maniera autentica, proprio come una volta:
Questa esperienza - ci dice uno degli studenti - nelle aziende L’agriturismo La Capanna di Fabrizio Caponera e Azienda Agricola a conduzione biologica di Matteo Evangelisti, entrambe specializzate nella produzione di uve da vino, ci ha dato modo di conoscere una grande parte del mondo che ci circonda e che troppo spesso viene trascurata, ma che è alla base del nostro vivere. Ci ha fatto conoscere più da vicino ciò che vediamo ogni giorno sulle nostre tavole e come viene prodotto. Anche chi di noi era inizialmente prevenuto nell’affrontare questo progetto a causa della probabile fatica e del contatto con animali fastidiosi come gli insetti, alla fine si è ricreduto grazie alla capacità di coinvolgimento dei tutor e non vede l’ora di prendere parte al secondo incontro di questa bella esperienza”.
Le aziende ospitanti sono rimaste molto soddisfatte dell’iniziativa, dato che questa ultima rientra nella sfera del tramandare che è proprio la spina dorsale del modo di vita sostenibile e biologico, intendendo con questo non solo un modo di condurre un’azienda agricola ma un vero e proprio modo di approcciare alla vita, un modo che si spera riesca a frenare e che possa sostituirsi a quello attuale ormai insostenibile.