menù



Sponsor


venerdì 1 luglio 2016

V.J.S. Velletri, le dure parole di Bernardi: "Totale menefreghismo intorno alla società, così è difficile fare calcio a Velletri"

Torna a parlare dopo un periodo di silenzio l’ormai ex direttore sportivo della V.J.S. Velletri, Mauro Bernardi, e lo fa senza nascondere il rammarico per come si è conclusa l’esperienza in sella al club rossonero ma rivendicando il lavoro svolto con passione e sforzo economico. 


Quando siamo arrivati alla V.J.S. – racconta il direttore – abbiamo trovato un ambiente completamente distrutto, non si remava nella stessa direzione e i genitori erano già pronti ad andare via con i loro bambini. Con pazienza e costanza abbiamo ricostruito tutto e ridato fiducia alle famiglie, portando a termine le attività e garantendo gli allenamenti fino alla fine della stagione. Non era per niente semplice, eppure ci siamo riusciti”.

Il direttore sportivo, poi, fa un bilancio dell’Agonistica che è altrettanto positivo: “Abbiamo mantenuto tutte le categorie comprese quelle regionali degli Allievi e della Juniores, nonostante le difficoltà numeriche delle rose dovute all’emorragia di tanti ragazzi che sono andati via. Con la prima squadra poi, era ancora più difficile, visto che abbiamo dovuto costruire un gruppo in quattro giorni. Purtroppo l’epilogo non è stato felice anche se saremmo stati ripescati in Promozione e quindi l’impresa è riuscita”. Oltre al versante sportivo, però, Bernardi svela anche i retroscena della parte gestionale della società senza rinunciare a mandare una sferzata all’amministrazione e agli imprenditori veliterni: “Che la V.J.S. Velletri fosse in seria difficoltà quando siamo entrati lo sapevamo, ma la cosa più brutta è aver conosciuto tanti finti amanti della V.J.S. Velletri che quando potevano fare qualcosa per questa società non l’hanno fatto. L’amministrazione comunale è stata totalmente assente, non ci ha dato una mano nè concretamente né moralmente. E’ davvero difficile fare calcio a Velletri in questo totale menefreghismo. L'ideale sarebbe stato lavorare per un'unica realtà sportiva, io personalmente per quattro mesi ho provato a parlare con tutti ma le porte sono sempre state chiuse”. Sui progetti futuri l’ex dirigente rossonero lascia trapelare che c’è qualcosa in cantiere: “Stiamo lavorando e presto vedrete i risultati del nostro lavoro, sicuramente ci sarà una grande opportunità per i bambini di Velletri e non solo sempre all’insegna dei valori del calcio”. “Voglio chiudere – ha dichiarato inoltre Bernardi – ringraziando tutte le persone che mi sono state vicine in quest’avventura, anche se si ferma qui. Senza il loro supporto sarebbe stato tutto più difficile”.