Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




martedì 19 luglio 2016

Raccolta differenziata, lo scetticismo de La Spinosa: "Di strabiliante solo il degrado delle centinaia di sacchetti di immondizia abbandonati in centro"

Pubblichiamo di seguito un Comunicato Stampa diramato dal circolo ambientalista La Spinosa avente come oggetto la raccolta differenziata a Velletri, trattata in un articolo recante le dichiarazioni dell'assessore Luca Masi pubblicato anche su Velletri Life. 


"Abbiamo letto l'intervista dell'assessore Masi sui mirabolanti risultati della raccolta differenziata: è evidente che a noi ambientalisti, seppur di maniera, secondo l'aulica definizione dell'assessore, il fatto che, finalmente, dopo lunghi anni di attesa, sia coperto tutto il territorio con la raccolta differenziata, non può che farci piacere.

Quello che sorprende sono i dati forniti. Considerando che il completamento della raccolta è terminato alcuni mesi fa, che i risultati si calcolano su base annua e che va esaminata la correttezza del conferimento, ci sembrano fuori luogo i toni trionfalistici. Ancor di più inappropriati rispetto al fatto che siano stati individuati 4.000 evasori totali contro gli 8.600 denunciati: meno della metà ! A tutto ciò aggiungiamo che sulla base statistica elaborata e reperibile sul web, i risultati di percentuali intorno al 70%, si raggiungono dopo alcuni anni di attività. Crediamo che tra le doti di un buon amministratore ci debba essere anche il rigore scientifico nel fornire i dati, nell'elaborarli, nel fare previsioni: e, a proposito di queste, ci si chiede come mai non vengano fatte anche previsioni nell'abbassamento delle tariffe, dato il risparmio per il mancato conferimento in discarica e gli introiti dovuti dai materiali riciclabili, quali carta, vetro, alluminio e plastica. Di strabiliante a noi pare ci sia solo il degrado delle centinaia di sacchetti di immondizia abbandonati nel centro storico ed anche nelle contrade e la conseguente sporcizia delle strade con evidenti potenziali emergenze igienico-sanitarie, senza dimenticare l'ex discarica di Lazzaria e le altre vecchie discariche presenti nella stessa area ancora tutte da bonificare".