Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




venerdì 15 luglio 2016

Raccolta differenziata, il Comune soddisfatto dei dati: la soddisfazione di Masi e Servadio

L’indice di raccolta differenziata schizza al 70,71% sulla base dei dati del mese di giugno 2016, questo strabiliante risultato emerge dall’analisi dei rifiuti conferiti nel primo mese integrale del servizio porta a porta per tutto il territorio comunale.


Seppure con la dovuta cautela, l’amministrazione e la Volsca esprimo grande soddisfazione per il lavoro che si sta svolgendo che sta producendo i primi significativi risultati dopo molti sacrifici chiesti ai cittadini e ai lavoratori.

 «Bravi i cittadini – dichiara il sindaco Fausto Servadio – che stanno svolgendo il loro compito con dedizione e collaborazione. I dati sono interessanti ma non mi sorprendono molto perché ho sempre avuto fiducia nei miei concittadini quando chiamati a contribuire per un progetto collettivo». Adesso è necessario monitorare i mesi successivi, tuttavia le proiezioni che sono state elaborate dall’assessorato indicano che la frazione indifferenziata su base annua sarà inferiore alle 10 mila tonnellate mentre l’umido sarà di circa 6 mila tonnellate. Dati che confermano il trend positivo che si era già registrato nei mesi scorsi. «Lavoriamo seriamente – dice l’assessore Luca Masi – per migliorare il servizio che produce i numeri che stiamo raccontando. È bene ricordare che i comuni virtuosi vengono misurati su percentuali intorno al 65% e normalmente si tratta di piccole comunità. Velletri si attesta in alto nella classifica dei comuni grandi e certamente nel territorio del regionale è tra i migliori comuni che hanno completato il servizio e stanno producendo questi risultati. Un ringraziamento particolare lo rivolgo a tutto il personale della Volsca che sta operando con passione e dedizione». Imperversa anche la lotta contro l’evasione della Tari, è di queste ore la comunicazione della Velletri Servizi di aver stilato la lista di 4.077 utenze sconosciute fino ad oggi e che saranno perseguite con l’emissione di un ruolo suppletivo. Circa 1 milione di euro per la sola tariffa del 2016 oltre a tutto l’accertamento che seguirà per i cinque anni precedenti. Un segnale di equità che consentirà a tutti di pagare meno il servizio. «Il nostro obiettivo – conclude l’assessore Luca Masi – è quello di ridurre la tariffa e di migliorare sempre più il livello del servizio e siamo sulla buona strada. Ricordo solo poche settimane fa le critiche aspre degli ambientalisti di maniera che disapprovavano il nostro operato sia per i livelli di raccolta che per il contrasto all’evasione. Ecco la risposta!».