menù



Sponsor

lunedì 4 luglio 2016

Il Movimento 5 Stelle risponde al PD, Trenta: "Evidente confusione politica"

Dopo il comunicato PD contro la rappresentante del Comitato Stop Antenna divenuta assessore a Genzano, arriva puntuale la replica di Paolo Trenta - Movimento Cinque Stelle Velletri - che difende il Comitato e dichiara che il PD non sa più come riprendersi dal colpo dircevuto alle ultime elezioni.


"Il PD - esordisce il consigliere pentastellato - invece di rivolgersi al suo elettorato con argomenti seri, cerca di denigrare tutti coloro che ritiene “avversari politici” evidenziando proprio la sua magiore debolezza. E’ così che appare sabato 2 luglio una nota sul profilo facebook del PD veliterno a “critica” della nomina ad assessore di Genzano di Roma della presidente del comitato Stop Antenna Veliterno, architetto Pamela Pezzotti.

Leggere quel comunicato è stata davvero una esperienza esilarante, sembra di vedere un bambino mortificato che cerca di dare la colpa agli altri delle proprie malefatte. Non c’è assolutamente nulla da difendere riguardo la Pezzotti ma, da diretto conoscitore dei fatti (e sono certo che gli amici Dario Di Luzio e Giorgio Greci non potranno smentirmi) ci tengo a ristabilire la verità. Il Comitato ha sempre operato indistintamente con tutti i consiglieri che hanno preso a cuore la loro causa, e questo lo confermano i fatti ed i verbali dei consigli comunali. Il fatto che l’amministrazione sia stata sempre distante e controversa al comitato cittadino piuttosto ne dimostra l’incapacità di coinvolgere i cittadini nelle proprie scelte. La libertà politica della Pezzotti è confermata proprio dal fatto che ella diventa assessore al comune di Genzano semplicemente rispondendo ad un bando pubblico inviando il suo Curriculum Vitae. Pensate, diventa assessore senza aver dovuto portare un solo voto, in un paese diverso da quello in cui opera, dove potrà lavorare al meglio e nella massima libertà politica, senza doversi ritenere schiava di qualcuno, ma scelta solo per le sue capacità tecniche ed attitudini. A differenza del Partito (poco) Democratico, per il Movimento 5 Stelle il fatto di aver operato per un comitato cittadino è indice di attenzione al bene comune ed un merito di cui pregiarsi. Ma questo i rappresentanti del PD non potranno mai crederlo possibile perchè per essi è inconcepibile che un pinco pallino chiunque possa diventare assessore senza aver fatto gavetta politica e senza dover dare qualcosa in cambio, ed in più, non possono accettare che dilaghi questo modo di fare politica che rappresenterebbe la loro fine. Comprendo anche che proprio per il PD i comitati servano solo a prendere voti, infatti mi sembra di ricordare che nel 2013 c’era un candidato nelle liste a favore di Servadio che era ed è presidente del comitato no biogas, prima amico poi oggi diventato nemico, vedremo alle prossime dove sarà collocato. Quindi cari amici quando ammoniscono di stare all’erta se questo è il nuovo che avanza, lo dicono a se stessi perchè è a rischio la loro credibilità, e lo confermano proprio nel profilo Facebook dove qualcuno degli amministratori condivide la nota commentando goliardicamente: “Che non si fa per un assessorato..noi ne sappiamo qualcosa..” Ipocrisia e controversia stanno caratterizzando questa vecchia politica fatta ad immagine e somiglianza del suo “rottamatore” Renzi. Dove proprio il commissario del PD di Genzano nonchè assessore a Velletri, chiama la Pezzotti facendole i complimenti e dichiarandole la sua stima, e nello stesso giorno esce un comunicato che cerca di diffamarla. Personalmente faccio gli Auguri a tutti i nuovi assessori di Genzano, queste “perle di saggezza” dei vecchi politici verso di voi, e tutte quelle che verranno, sono e saranno medaglie al valore perchè se cercheranno di farvi a pezzi sarà solo perchè vi temono, perchè vi considerano persone in grado di ottenere dei risultati che li metteranno in cattiva luce. Il vento sta cambiando… l’Italia s’è desta… ".


Comunicato stampa a firma Paolo Trenta