menù



Sponsor


mercoledì 29 giugno 2016

Altri titoli nazionali da Pesaro per la Velitrae

L’edizione 2016 dei Campionati Italiani di Ginnastica per Tutti verrà ricordata sicuramente per le fiamme che in piena notte hanno divorato il padiglione C della fiera di Pesaro dove si stavano svolgendo le finali nazionali della “Ginnastica in Festa”. 


I Vigili del Fuoco sono intervenuti con numerose squadre e sono riusciti a domare le fiamme, ma i danni ingenti hanno portato forti ripercussioni sulla manifestazione della ginnastica: attrezzature e stand distrutti, gare sospese e gare spostate in altre location.

Gli organizzatori hanno fatto comunque il possibile per contenere i disagi ma si è trattato di un evento nazionale che dura diversi giorni e al quale sono iscritti migliaia e migliaia di atleti provenienti da tutto il Paese. Per l’Associazione Ginnastica Velitrae la trasferta in terra marchigiana, disavventure legate all’incendio a parte, è stata la conclusione in bellezza di un anno sportivo non sicuramente esaltante dal punto di vista agonistico ma segnato da un profondo rinnovamento sia a livello dirigenziale che tecnico che proietta il sodalizio sportivo ultracentenario verso un futuro all’altezza del suo blasone. A Pesaro l’associazione veliterna si è presentata con cinque ginnasti accompagnati dall’istruttore federale Dario Tibaldi: Flavio Carletti e Gabriele Grillo impegnati nella categoria 2° livello seconda fascia, Federico Guidi nella categoria 3° livello terza fascia, e, infine, Alexandru Cojocariu e Andrea Dei Giudici nella categoria Acrotramp. Flavio e Gabriele hanno gareggiato il 20 e il 21 e nella finale di Martedi sono riusciti a migliorare rispetto alla prova della gionata precedente assando rispettivamente dalla 100° alla 72° posizione e dalla 64° alla 40° posizione; per loro sicuramente un’esperienza da non dimenticare e utile per il prossimo anno sportivo per migliorarsi ancora e avvicinarsi alle posizioni di vertice.
Federico, forte del titolo italiano assoluto conquistato lo scorso anno nella categoria di 2° livello, si è presentato a Pesaro con il timore di doversi confrontare per il primo anno nel livello superiore e quindi con atleti anche due anni più grandi di lui; il giovane ginnasta veliterno avrebbe dovuto gareggiare il 23 nella fase di qualificazione ma l’incendio che ha colpito parte della struttura a Pesaro ha costretto gli organizzatori a modificare il programma e gli atleti si sono confrontati direttamente nella finale. E Federico non si è fatto trovare impreparato. Ottime performance su tutti gli attrezzi ma al corpo libero ha superato se stesso e con un esercizio estremamente preciso ha ottenuto il miglior punteggio in gara. Il titolo di Campione d’Italia di specialità premia Federico per la serietà mostrata negli allenamenti durante tutti questi mesi di avvicinamento all’appuntamento di Pesaro e, soprattutto, ripaga l’atleta e la famiglia della fiducia riposta nello staff tecnico della Velitrae. Questo il suo pensiero al rientro in palestra trai suoi amici: “I due giorni passati a Pesaro quest’anno sono stati sicuramente più movimentati rispetto agli altri anni. La mattina che dovevo fare la gara per le qualifiche mi sono svegliato molto agitato, ma subito dopo ci è arrivata la notizia che il nostro palazzetto durante la notte era andato a fuoco e così la mia gara veniva sospesa. Questo mi ha messo un po’ di agitazione e di tristezza. Poi però ho passato tutto il giorno a fare il turista con mamma papà e mio fratello, questo mi ha rilassato molto e sono così potuto andare il giorno dopo alla gara in piena forma e molto tranquillo. Finita la gara mi è tornata l’agitazione in attesa delle premiazioni, che a causa dell’incendio hanno concentrato tutte in un solo giorno e quindi l’attesa è stata lunga, ma al momento che mi hanno chiamato sul podio ho provato grande felicità. Sono molto contento anche per mamma e papà che mi stanno sempre accanto e per i miei istruttori della Velitrae in particolare Dario che era con me a Pesaro ed è venuto subito ad abbracciarmi.” Le soddisfazioni per l’associazione Collare d’Oro al Merito Sportivo non si sono limitate però ai piccoli ginnasti ma sono proseguite con gli atleti più grandi Alex e Andrea nella quarta fascia maschile di Acrotramp impegnati il Giovedi nella prova del trampolino elastico e il giorno successivo al corpo libero e al minitrampolino. Al termine delle due giornate gli atleti veliterni hanno occupato le piazze più alte del podio con Alex laureatosi Campione d’Italia e Andrea suo vice. Particolarmente soddisfatto per la trasferta marchigiana il Direttore Sportivo della Velitrae Prof. Mauro Simonetti ma, soprattutto, l’istruttore federale Dario Tibaldi che, immediatamente dopo la prova di Pesaro, si è trasferito a Milano per un master di formazione che lo avvicina a tappe forzate alla qualifica di tecnico nazionale.


Livio Mastrostefano