menù



Sponsor

martedì 3 maggio 2016

Quando il social diventa amicizia: la realtà cittadina del gruppo "Velletri Siamo Noi"

Nell'immenso e variegato mondo di internet la diffusione e lo sviluppo dei social hanno dato modo a tante persone di entrare in contatto tra loro creando dei veri salotti di svago, discussione e riflessione. La tendenza si è confermata man mano che è passato il tempo e si sono creati dei gruppi con numerosi iscritti, che diventano un punto di riferimento per chiedere informazioni, chiacchierare, dare comunicazioni e semplicemente divertirsi.

Anche Velletri ha tra i suoi gruppi social un caso di continua crescita: "Velletri siamo noi". Ormai superata la cifra dei 2000 iscritti, è un appuntamento fisso per centinaia di persone che a suon di like, reazioni e commenti interagiscono tra loro facendo sbocciare amicizie durature nel tempo. Condividere la stessa città, poi, è un'arma in più per uscire fuori dal virtuale ed incontrarsi di persona. Quello che accade con i membri di "Velletri siamo noi", spesso impegnati in raduni e veri e propri eventi che hanno grande successo di partecipazione.


Il gruppo nasce dall'idea di Emanuele Iannuzzi, fondatore, ed inizia con appena duecento iscritti amici tra loro. Con poco tempo, grazie anche alla qualità dei contenuti e ad un regolamento che predilige il rispetto e la correttezza reciproca tra i partecipanti, gli iscritti si sono triplicati raggiungendo la simbolica cifra di 1000 utenti, festeggiata con l'evento "Sa reccozzero fora". Diventato un'istituzione nel mondo del web ma anche un simbolo della Velletri internauta, "Velletri siamo noi" ha continuato nelle sue iniziative, anche a scopo benefico, non ultima la donazione di 200 euro all'associazione Arcobaleno.
La cosa più affascinante, però, è la nascita di storie d'amore e d'amicizia, pagine gradevolissime ed edificanti in un mondo dove spesso internet è visto con pregiudizio. Ma "Velletri siamo noi" ha una formula che funziona grazie, come già accennato, ad una capillare organizzazione: un attivo presidente, Sergio Martino, che si impegna in prima persona per l'organizzazione degli eventi e gli amministratori Rina Pietrucci, Fabiana Canzio, Mauro Zamparelli, Alessandro Bonafaccia, Simona Germini, Serena Braghini, Michele Policardo, Sonia Gratta e Massimiliano Rinaldi. Un nutrito gruppo di cittadini, innamorati della loro Velletri, che fanno dell'amicizia il miglior passatempo possibile condividendo giornate uggiose, eventi, fatti d'attualità e di cronaca e scherzi per divertirsi e stare insieme. Questo lo spirito del gruppo, attento anche alla tradizione e volto a radicarsi sempre più sul territorio non solo a livello social. "Nell'ultimo evento - fa sapere il fondatore Emanuele Iannuzzi - abbiamo anche recitato una carinissima commedia in velletrano chiamata 'Velletrani moderni'". Tante partecipazioni su Radio Mania, durante le quali mentre alcuni amministratori parlavano via radio si scriveva anche sul gruppo in un esempio di interazione simultanea molto ben riuscito. Ma "Velletri siamo noi" è anche coinvolgimento dei propri iscritti, che si devono sentire a proprio agio, con giochi a nomination, iniziando dal celeberrimo esempio del selfie del sabato sera con il quale a catena escono fuori le foto di molti iscritti o il bellissimo gioco dell'anno scorso dove tutto il gruppo si è divertito a fare i video con i gavettoni. Le prerogative di "Velletri siamo noi" dunque sono quelle di uno spirito amichevole, lasciando fuori sport e politica, con obiettivo la simpatia e il divertimento. Un esperimento riuscito che dà lustro alla città di Velletri attiva sui social, mostrando uno spirito ben diverso - post dopo post - e apprezzato come testimonia la continua crescita degli iscritti. Dal social alla realtà, l'invito alla partecipazione è rivolto a tutti quelli che abbiano voglia di condividere la vita veliterna dal proprio computer per arrivare agli eventi di gruppo. Una bella storia ed un messaggio positivo, da una semplice idea ad una grande aggregazione.

Rocco Della Corte