Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




venerdì 13 maggio 2016

F&D Fortitudo Nuoto: Fine settimana con settore Nuoto e settore Nuoto Sincronizzato in gara

A bagnare per prima il week end sportivo è stata la nuotatrice Martina Menta che domenica mattina 8 Maggio ha mosso le sue bracciate nel tempio del nuoto romano, la piscina dei mosaici del Foro Italico, dove si è battuta in una delle gare più affascinanti del panorama natatorio, i 200 Stile Libero valevoli per la I Prova Regionale Estiva. 


Per la prima volta la gara è stata affrontata dall’atleta veliterno in una vasca da 50 mt e l’impatto che normalmente è complicato per tutti gli atleti è stato invece sorprendente in quanto Martina è riuscita a migliorare il suo personale di quasi mezzo secondo.

Molto soddisfatto il suo tecnico Emiliano Specchi che in due parole ha commentato così la gara: “Ho scherzato sabato con Martina dicendole che se non migliorava il suo personale avrebbe dovuto darsi alla pallanuoto o al nuoto sincronizzato. La cosa ha avuto effetto in quanto il tempo finale è stato un piacevole sorpresa trattandosi della prima gara in vasca lunga. Stiamo lavorando bene e i risultati arrivano. Bene così”. A seguire, nel pomeriggio importantissimo appuntamento della domenica dedicato al nuoto sincronizzato. Le ragazze della Fortitudo Nuoto hanno preso parte Manifestazione Regionale Open UISP con un trio categoria Esordienti B di Bagaglini Linda, Turchetti Elena e Iannuzzi Giada, un duo cat. Ragazze di Monti Giulia e Mancini
Sofia, e, infine con una squadra categoria Ragazze di Monti Giulia, Mancini Sofia, Petrilli Sofia, Gentili Michela e Calabrò Castello Noemi. A farla da padrone è stato il trio Es. B che ha conquistato la seconda piazza del podio portando a casa una preziosa medaglia d’argento. Molto bene anche la squadra che si è piazzata all’ottavo posto in una bagarre di società in gara. Peccato invece per il duo che è stato fortemente penalizzato nella prestazione dall’organizzazione che non ha fatto partire correttamente la musica sulla quale le ragazze si sono esibite. Nonostante questo le allenatrici Canini e Vitelli sono state soddisfatte di come le ragazze hanno saputo affrontare il momento di difficoltà, mantenendo grande controllo e recuperando il tempo del balletto durante l’esibizione.