menù



Sponsor

mercoledì 11 maggio 2016

F&D Fortitudo Nuoto Domus Pinsa sbanca la piscina di Monterusciello e conquista la matematica permanenza in A2 per la prossima stagione con 4 giornate d’anticipo

SERIE A2 FEMMINILE: F&D Fortitudo Nuoto Domus Pinsa sbanca la piscina di Monterusciello e conquista la matematica permanenza in A2 per la prossima stagione con 4 giornate d’anticipo. Sporting Flegreo - F&D Fortitudo Nuoto Domus Pinsa 6-7 (4-3, 0-1, 1-2, 1-1) Sporting Flegreo: Izzo, Di Fraia, Mele, Sgambati, Altieri L., Loffredo 2, Savino, Lai, Di Palma, Iavarone 1, Parisi, Anastasio 3, Noro. All. Lignano F&D Fortitudo Nuoto Domus Pinsa: Minopoli, Maggiore, De Marchis, Zenobi 1, Rosini, Antonacci M. 4, Clementi 1, Passaretta, Ercoli, Antonacci C., Bagaglini, Mordacchini 1. All. Di Zazzo. Arbitro: Frauenfelder Sequenza reti: 1-0, 1-1, 3-1, 3-3, 4-3, 4-5, 5-5, 5-6, 6-6, 6-7. 


 Vittoria e Serie A anche per la stagione 2016-2017. E’ questo il sunto e l’epilogo della sudatissima vittoria ottenuta nella vasca dello Sporting Flegreo Domenica 8 Maggio.

Partita sembra in bilico e giocata punto a punto dalle due squadre in acqua e risolta solo a circa 1 minuto e mezzo dal termine con la quarta e definitiva rete di una indemoniata Antonacci Maurita. Il primo tempo conclusosi con un pirotecnico 4-3 è stato un batti e ribatti di reti e occasioni, con le padroni di casa a fare da battistrada e le ospiti a rincorrere e a ribattere colpo su colpo. Al contrario i restanti 3 parziali hanno fruttato meno reti di tutto il primo tempo. Il secondo periodo ha visto prevalere le ospiti per una rete a zero frutto della deviazione in superiorità di Zenobi. Il 3 tempo ha dato quella rete di vantaggio alle ragazze capitanate da Minopoli che è poi quello mantenutosi alla fine della gara. Prima della quale un brivido ha attraversato i corpi di tutti i sostenitori e gli atleti stessi della compagine gialloblù. Dopo la rete di Anastasio che riportava il risultato in parità sul 6-6, Antonacci Maurita ristabiliva il vantaggio con una preziosa azione di contropiede. A pochi secondi dal termine, precisamente 31”, De Marchis aveva la possibilità di chiudere definitivamente la gara trovandosi a tu per tu con l’estremo difensore Izzo. La sua conclusione però finiva incredibilmente sul palo con la palla che sulla ribattuta le finiva nuovamente tra le braccia; contemporaneamente mister Perillo premeva il dispositivo per chiamare il time out ma, incredibilmente, un davvero ottimo Frauenfelder fino a quel momento, decretava un tiro di rigore in favore delle padroni di casa dando come motivazione il fatto che la De Marchis non era in possesso pieno di palla e che la chiamata del time-out era irregolare. Anastasio si presentava quindi sui 5 metri per il pareggio. Ma la palla era davvero pesantissima e l’attaccante Flegreo stampava anche essa la sfera sul palo lasciando inalterato il punteggio. I 3 punti conquistati dal team laziale danno quindi la matematica certezza della permanenza nella massima serie anche per la prossima stagione. Con quattro gare ancora da giocare nessuna delle compagini ingabbiate nei bassi fondi della graduatoria potrà più raggiungere e superare il team di mister Danilo Di Zazzo. Pertanto onore al merito del team gialloblu che alla prima stagione in A2 ha dimostrato una crescita importante e ha raggiunto con pieno merito l’obiettivo prefissato di inizio stagione. Certo, alla luce dei risultati e della classifica odierna, parlare di salvezza sembra essere riduttivo, ma stare con i piedi per terra è quello che predica quotidianamente la società capitanata da Francesco Perillo, ancora in panchina nell’ultima gara di campionato in sostituzione dello squalificato Di Zazzo, che come di consueto ci dice la sua sull’ultimo turno: “Complimenti a tutte le ragazze e soprattutto a Danilo perché fare così tanti punti quando ancora mancano ben 4 gare da giocare è per tutta la nostra società motivo di grande orgoglio. Il nostro obiettivo per questa stagione era raggiungere una tranquilla permanenza in serie A2. Di meglio non possiamo chiedere visto che, allo stato attuale dei fatti, siamo lì a competere per un terzo posto che significherebbe addirittura play-off. Oggi è stata una partita al cardiopalma dove, ancora una volta, le ragazze hanno dimostrato di essere all’altezza della situazione e di saper reggere pressioni e confronto. Come ogni domenica abbiamo avuto la nostra “paladina” di giornata materializzatasi oggi nella calottina di Maurita Antonacci. Con le sue ripartenze e con le sue 4 reti, tutte di pregevole fattura, è stata la nostra arma in più e una spina costante nel fianco della retroguardia di casa. Da oggi giocheremo ancora più sereni e qualsiasi cosa verrà andrà bene”. Parole dolci ma sicuramente più che meritate quelle che il presidente di F&D Fortitudo ha speso nei confronti della squadra e del tecnico. Alle quale si associa il capitano Linda Minopoli, per lei ennesima prestazione da incorniciare nella vasca partenopea: “Ringrazio le ragazze per questa bellissima vittoria, nonostante lo svantaggio nei tempi iniziali siamo rimaste sempre in partita dimostrando che ciò che ci fa vincere non è il fattore campo, bensì il gioco di squadra. Un ringraziamento speciale alla nostra tifoseria che ci segue ovunque e alla nostra veterana Maurita, fondamentale nelle fasi conclusive del gioco. Da domani si ricomincia a lavorare duro per preparare la partita di domenica, dove affronteremo il Racing in casa”. E già, per un mero scherzo del destino il calendario propone lo scontro diretto tra l’attuale terza in classifica il Racing Roma e la nostra F&D Fortitudo che la segue distaccata di 4 punti. Sarà la partita chiave per chiudere definitivamente i giochi per il terzo gradino del podio o per riaprirli definitivamente per regalare un rush finale da brividi? Staremo a vedere. Tutti quindi nella vasca di casa della piscina Tortuga domenica 15 Maggio alle ore 15.00 per la gara di cartello della 6° giornata di ritorno. Il motto è semplice: coltivare un sogno.