menù



Sponsor


martedì 3 maggio 2016

Dopo il successo del torneo “Città di Velletri” è ora di fare il punto sul Minibasket della Virtus Velletri

I tre giorni del torneo “Città di Velletri” per Scoiattoli ed Esordienti ha esaltato tutto l’ambiente Virtus Basket Velletri. I grandi perché hanno organizzato un evento apprezzato da tutti i partecipanti, i piccoli perché si sono divertiti e la città perché ha visto arrivare a Velletri tante società e tanti bambini. 


Il tutto, è bene ricordarlo, con uno scopo benefico vista la raccolta fondi per la Onlus “Ponte di Umanità” alla quale sono andati oltre 1200 euro per la costruzione di una scuola in Sierra Leone.

A questo punto si può fare un breve bilancio dell’anno sportivo del minibasket in casa Virtus Velletri con il responsabile del settore Francesco Prosperi. 


“La stagione sportiva che si sta concludendo – ha commentato Prosperi - ha visto dal punto di vista numerico ottimi risultati, con un incremento dei bambini e ragazzi del minibasket del 50% rispetto all'anno precedente! Questo grazie alle numerose iniziative che abbiamo intrapreso negli ultimi anni, ultima in ordine di tempo la collaborazione con il ristorante McDonald’s di Velletri e il dottor Curcuruto, che ci ha portato ad entrare in tutte le scuole di Velletri e a distribuire gratuitamente oltre 3000 libri sull’importanza dell’alimentazione e di una buona attività motoria. Rispetto agli anni precedenti abbiamo formato 2 gruppi di ragazzi in più, dovendoci spostare, per mancanza di spazi, anche in Polivalente, usualmente destinata al settore agonistico, per mancanza di spazi sperimentando con successo il doppio turno sul campo grande”. 

Bilancio quindi in netta crescita, ci si aspetta altro in questi ultimi mesi? 

Quest'anno, con molta fatica e pazienza dei genitori, abbiamo deciso di partecipare con tre gruppi al campionato ASI, che prevedeva 2-3 gare mensili da disputare. L’assenza di molte squadre del luogo ci ha costretto a trasferte spesso lontane e ad affrontare i migliori avversari delle province di Roma e Rieti. I nostre atleti si sono ben comportati, nonostante l’evidente gap di abitudine ed esperienza ad affrontare questo tipo di partite, restano da giocare le ultime gare e le finali a
fine Maggio. Inoltre ci prepariamo a disputare il nostro terzo Virtus Camp a luglio, confermatissima la località Prati di Tivo che ci permette praticamente di dormire sui campi di gioco, oltre a garantire sicurezza per i nostri tesserati per assenza di macchine e veicoli, giornate fresche nel mese di luglio e tranquillità. Con noi saranno presenti altri gruppi sportivi e/o religiosi che permetteranno ai ragazzi di estendere le amicizie oltre i confini dei basket. Nei mesi di maggio e giugno stiamo inoltre organizzando alcune manifestazioni all’aperto in vari punti della Città, e parteciperemo alle feste finali dei progetti scuola con la Consulta dello Sport di Velletri. Stiamo inoltre cercando, con la collaborazione di una parrocchia veliterna, la possibilità di istallare un canestro per un campo all'aperto, cosi da poter far giocare gli amanti della pallacanestro durante i mesi estivi”. 

 Un grande lavoro, che sicuramente necessita di una squadra affiatata e numericamente ampia per riuscire a stare dietro a tutti gli impegni, vuoi spiegarci meglio e magari ringraziare qualcuno in particolare? 

Ovviamente tutto questo sarebbe impossibile senza l’aiuto dei genitori, per questo vorrei innanzitutto mandare un ringraziamento a loro che, tra l’altro, ci affidano quotidianamente i loro figli sui campi. La nostra è una associazione sportiva di utilità sociale, vogliamo promuovere il nostro sport con finalità educative, pertanto è necessario avere il supporto dei genitori anche fuori dal campo. L'importanza della forma educativa e pedagogica per noi è fondamentale, per questo motivo tutti i nostri Coach sono in possesso del tesserino FIP e gran parte sono anche laureati IUSM. Vorrei infine ringraziare proprio lo staff della Virtus nella sua interezza, allenatori compresi, che ci aiutano tutti i giorni in palestra e fuori. La nostra associazione è autofinanziata e si basa esclusivamente sul lavoro volontaristico delle persone e, magari, sui pochi fondi che arrivano dal 5x1000. Per chi vuole, infatti, sull’ultimo riquadro in basso a sinistra (Sostegno alle ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE riconosciute ai fini sportivi dal CONI a norma di legge) dei modelli CUD, 730 e Modello Unico si può inserire il seguente CODICE FISCALE 95012770582 per sostenere le attività della Virtus Velletri”. 

In tutto questo non può mancare la visione del futuro, ci sono programmi o progetti di cui si può già parlare? 

Vorremmo aumentare ancor di più la base dei tesserati, in modo
da competere con squadre sempre più forti. La possibilità di avere sempre più ragazzi è per noi fattore di crescita e vanto. Non nascondo la soddisfazione, anno dopo anno, di poter iscrivere i nostri gruppi in campionati sempre più di alto livello, per poter migliorare ancora dal punto di vista tecnico”. 

Un grande fermento in casa gialloblu, alle prese con le ultime due partite di campionato della Serie C Silver – domenica 8 a Roma e sabato 15 maggio alle 18 alla Polivalente contro il Grottaferrata -, e con la gestione di un movimento che continua a crescere e ad essere di esempio per il territorio circostante. Come sempre per ogni informazione si possono visitare il sito della Virtus all’indirizzo www.virtusvelletri.it e la pagina Facebook ufficiale www.facebook.com/virtusvelletribasket.

Fabio Ciarla