menù



Sponsor

martedì 26 aprile 2016

Due sconfitte per la Virtus in Serie C Silver, arbitri e infortuni segnano il cammino dei gialloblu

XXXI St. Charles - Virtus Velletri : 84-59 Parziali: 20-9; 27-21; 13-14; 24-15 St. Charles: Gai 9, Marietti 21, Fiumi, Lattanzi 9, Granatelli 5, Martinelli 6, Di Pasquale 2, Bencini 19, Abbate 6, Galli 3, Fattore 4. All.re: Fattore. Virtus Velletri: Borro 10, Borghi, Mancini 4, Garofolo 6, Filippucci 4, Rosichini 15, Marinelli 8, Prosperi 2, D'Amico 10, Quaglia. All.re: Mancini; Ass.: Girelli. XXX Giornata Virtus Velletri - Stelle Marine: 80-91 Parziali: 27-27; 19-18; 14-21; 20-25 Virtus Velletri: Borro 5, Borghi, Mancini 3, Garofolo 24, Filippucci 5, Rosichini 11, Marinelli 8, Prosperi 11, Garbellini 5, D'Amico 8, Quaglia. All.re: Mancini; ass.: Girelli Stelle Marine: Cristofari, Procaro 9, Cardi 10, Maiello 5, Tebaldi 5, Ciniglio 25, Pappalardo 26, Bogunovich 11. All.re: Pasquinelli. 


 Non è certo un finale di stagione positivo per la Virtus Velletri che conferma due caratteristiche che l’hanno accompagnata per tutto l’anno, ovvero i tantissimi infortuni e un rapporto poco cordiale con gli arbitri.

Ormai il campionato ha espresso il suo verdetto, perdendo alla trentesima giornata con le Stelle Marine mercoledì 20 aprile in casa la situazione in classifica è rimasta tranquilla e ha forse condizionato anche la gara successiva, sabato 23 sul campo del St. Charles, che invece ha deciso di chiudere al meglio il proprio anno agonistico. Il match casalingo contro la seconda forza del campionato è stato ben giocato dai gialloblu, ancora orfani di pedine fondamentali come Parisi e D’Orazio, che hanno retto l’impatto con una buona difesa e un ottimo attacco. Già nella prima metà di gara si era notato però un certo squilibrio tra le chiamate a favore degli ospiti e quelle a favore dei padroni di casa, percentuali imbarazzanti, come se una squadra difendesse sempre al limite e l’altra a un metro dagli avversari. Il peggio però doveva arrivare, nel finale infatti anche a fronte di palesi “simulazioni” da parte di giocatori delle Stelle Marine registrate con sonori sfottò dagli spalti, la coppia arbitrale continuava a fischiare a senso unico, decidendo nei fatti il match. Tre giorni dopo invece sul campo romano del St. Charles la Virtus Velletri praticamente non è mai entrata in partita. I padroni di casa partono con un concreto 8-0 e non mollano più la presa fino alla fine, nonostante i veliterni riescano a tratti a dimostrare di valere di più di quanto diceva il tabellone, in particolare nella terza frazione. Ora turno di riposo per i virtussini, che torneranno in campo domenica 8 maggio sul campo del Pamphili, formazione in piena lotta play-out. Per le informazioni sulla Virtus Velletri vi invitiamo a visitare il sito www.virtusvelletri.it o la pagina Facebook ufficiale www.facebook.com/virtusvelletribasket.


Fabio Ciarla