menù



Sponsor


lunedì 14 marzo 2016

Veliterni ancora sconfitti, una partenza bellissima rovinata dalla paura di vincere e da qualche decisione arbitrale contestata

Fonte Roma Eur - Virtus Velletri: 79-72 Parziali: 10-21; 27-20; 24-14; 18-17 Fonte Roma Eur: Ranocchia 22, Passerini, Migliorati, Mantovani, Pavan 2, Tomassini 4, Berardinelli 25, Guarnaschelli 18, Doninelli 3, Sirchia 2, Marini, Pirino 3. All.re: Cerroni Virtus Velletri: D'Amico 10, Pie, Borro 6, Mancini 3, Garofolo 7, D'Orazio 21, Rosichini 10, Marinelli, Prosperi 2, Garbellini 4, Filippucci 2, Parisi 5. All.re: Mancini 


Che il Fonte Roma Eur fosse la bestia nera della Virtus Velletri si sapeva, che con loro le partite si decidevano sempre sugli episodi anche (visto che la scorsa stagione i veliterni persero di un punto in casa), ma che su tutto si dovesse recriminare anche per qualche decisione arbitrale non ci voleva.

Soprattutto per il momento decisivo per la stagione della Virtus, che è incappata in una serie di sconfitte davvero lunga, peggiorando notevolmente la sua posizione in classifica. Uniche note positive di questa venticinquesima giornata sono la bella partenza dei gialloblu e il ritorno in campo di Parisi, ancora a mezzo servizio ma comunque già in partita con 5 punti. Sul campo romano i virtussini sono partiti davvero forte, mettendo a segno un +11 nei primi dieci minuti che ha fatto davvero ben sperare oltre a far rivivere i momenti più interessanti di questa stagione cestistica per la squadra di coach Mancini. I gialloblu hanno dovuto subire in parte il ritorno dei padroni di casa nella seconda frazione, vedendo accorciarsi il divario a metà gara quando si sono trovati avanti di 4 lunghezze ma con molte convinzioni sulle proprie possibilità al contrario di quanto era successo in alcune delle ultime gare. Al rientro dalla pausa lunga Guarnaschelli trascina i padroni di casa portando il punteggio per la prima volta a favore del Fonte Roma Eur. Il ritmo è elevato e le due squadre si fronteggiano a suon di realizzazioni, così si va all’ultimo riposo sul +6 per i capitolini. L’ultima frazione sempre riportare nelle mani della Virtus il risultato, con una difesa notevole i veliterni riescono a lasciare solo 2 punti ai padroni di casa nei primi 5 minuti di gioco riportandosi in vantaggio quando mancavano solo 3 giri di lancette alla fine. Purtroppo nei momenti salienti ai tiri liberi hanno avuto la meglio la precisione e la costanza del Fonte Roma Eur, che ha acquisito il vantaggio necessario a chiudere in scioltezza la gara. Peccato davvero per i veliterni, puniti forse eccessivamente durante la gara con decisioni che esulano dal gioco, visto che entrambe le formazioni hanno protestato vivacemente ma in conclusione si sono registrati 4 falli tecnici comminati ai gialloblu mentre per il Fonte Roma Eur neanche uno. Temi sui quali magari ci sarà modo di ragionare anche in futuro dalle parti della Virtus.


Fabio Ciarla