Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




lunedì 8 febbraio 2016

Sconfitta a Cinecittà per la V.J.S. Velletri (2-1) contro l'Alberone

ALBERONE: Buccheri, Colantoni, Conte, Noveni, Ciampini, Pompili, D'Angelo (46' st Sandulli), Capasso (5' st Stragapede), Composto (48' st Botteghi), Bernardi. Panchina: Sambucini, Trifella, Proietti, Ceccarelli. Allenatore: Fabio Marziali V.J.S. VELLETRI: Rovitelli, Salvini (30' pt Hassini), Di Stefano, Ciccolini, Bonanni (13' pt Paduano), Del Ferraro, Girometta, Tafani (30' st Fede), Spagnoli, Martellacci, Primerano. Panchina: Orlandi, Massaccesi, Sorrentino. Allenatore: Paolo D'Este MARCATORI: 46' pt Bernardi (A), 47' pt Spagnoli (V), 48' pt Colantoni (A) 


 La V.J.S. Velletri esce sconfitta dal sintetico di Cinecittà dopo una gara equilibrata e rocambolesca.

Ad un primo tempo non di certo vivace ha fatto seguito una ripresa altrettanto tirata, ma a fare la differenza è stato il recupero concesso dall'arbitro tra le due frazioni: sono infatti arrivati tre gol in tre minuti, uno dietro l'altro. I rossoneri partono bene ma dopo neanche un quarto d'ora perdono Bonanni per infortunio. Al suo posto entra Paduano, e mister D'Este è costretto ad operare il primo cambio forzato. Un tiro di Capasso al 14esimo è l'unico cenno degno di nota. Al 30esimo si fa male anche Salvini, costretto ad uscire, e i rossoneri consumano due delle tre sostituzioni in maniera imprevista. L'arbitro concede tre minuti di recupero e succede di tutto: al 46esimo un'azione rocambolesca nell'area veliterna porta dopo vari rimpalli Bernardi a tu per tu con Rovitelli e il giocatore locale non sbaglia. Non passano neanche sessanta secondi che dalla battuta di metà campo Martellacci verticalizza per Spagnoli e il bomber rossonero dalla distanza prende la mira ed infila alle spalle di Buccheri. Di nuovo sfera al centro, dall'altra parte Capasso di conquista e batte una punizione da fuori deviata in angolo da Rovitelli. Il cross da corner trova pronto a svettare Colantoni che batte Rovitelli e fa 2-1. Nella ripresa non succede praticamente nulla fino allo scadere, eccetto una punizione di Pompili da fuori che finisce a lato di poco. Al 47esimo è da segnalare una semi-rovesciata di Di Stefano su punizione di Martellacci respinta dalla difesa. Sul finire dell'ultimo minuto di recupero Girometta da fuori per poco non pesca il tiro della domenica sfiorando il palo a portiere immobile: è l'ultima emozione della gara. Un match che ha vissuto di fiammate, con le occasioni concentrate tutte in pochi minuti, tra due squadre equilibrate. L'ha spuntata l'Alberone ben oltre i demeriti di una V.J.S. Velletri che avrebbe sicuramente meritato almeno un pareggio. Prossimo turno molto ostico per i rossoneri che affronteranno allo "Scavo" il lanciatissimo Racing Club.