menù



Sponsor

sabato 27 febbraio 2016

La Virtus Velletri festeggia i suoi primi 20 anni dalla fondazione

La data del 25 febbraio 1996 è significativa più che altro per la burocrazia, l’attività sportiva vera e propria sarebbe iniziata solo a settembre con i primi gruppi minibasket, ma è pur sempre il giorno della fondazione della società Virtus Velletri Basketball. 


Erano 10 i soci fondatori che si presero l’incarico di dare nuovo slancio all’attività cestistica in uno stretto connubio tra Velletri e Lariano, pensando prima di tutto ai piccoli e ai giovanissimi, fino a crescere ai livelli attuali che vedono la società gialloblu primeggiare in Serie C Silver.

Un doveroso ringraziamento va a quanti si sono spesi per l’avvio e, negli anni, per la crescita della società. In alcuni casi sono rimasti gli stessi, in altri la vita ha portato a cambiamenti e a prendere strade diverse, ma quel sogno di costruire un modo nuovo di fare sport e di gestire una società sportiva è rimasto. A cominciare da quella voglia di fare le cose insieme, partita da persone che innanzitutto erano amici appassionati dello stesso sport. Parliamo di Maurizio Prosperi, storico e attuale presidente del sodalizio, così come di Fiorenzo Bonanni, figura carismatica per lo Sport di Lariano prematuramente scomparso nel 2005, e della moglie Stefania Bilei. Poi Maria Grazia Catese, Claudio Gratta e Nicoletta Cossalter, Carlo Santini, Alberto Cagioli, Mino Pinto e Maurizio Gandolfi. Questi i nomi dei 10 soci fondatori, sebbene molti altri andrebbero scritti per il sostegno che non hanno mai fatto mancare alla società, sia sul campo sia fuori. In quella prima stagione agonistica, 1996-1997 appunto, la società partì con l’attività minibasket nella piccola palestra della scuola media “De Rossi” di via del Fontanaccio a Velletri, sempre in partnership con l’U.S. Basket Lariano fondata nel 1990 da Fiorenzo Bonanni. In palestra c’erano già Pinto, Catese, i vari istruttori e cominciarono ad arrivare anche i primi gruppi di bambini.

Nella stagione 1998-1999 la Virtus prese parte al primo campionato giovanile della società, ovvero il “Propaganda” riservato ai nati nel biennio 1986/1987. L’anno successivo arrivò anche la prima squadra femminile, sempre Propaganda, e il primo campionato Senior, con la partecipazione al raggruppamento di I divisione. Dal 2001-2001 la società poté contare su una gamma completa di squadre, partecipando a livello Senio al campionato di Promozione e l’anno successivo iniziò anche l’attività nel Centro Sportivo Italiano (CSI). Il 2002-2003 vede partire una nuova collaborazione, a livello giovanile, con la storica società cestistica veliterna Velester, e arrivarono i primi risultati importanti con i Cadetti (classe 1986) secondi al Campionato Regionale. Nel 2003-2004 altri importanti riconoscimenti con la squadra Juniores Open (classi 1986/1987) che conquista il secondo posto del proprio raggruppamento. L’anno 2004-2005 vede partecipare la società ancora più convintamente alla collaborazione, tanto che il Campionato Under 21 eccellenza (classi 1984/85/86) si gioca sotto il nome di Velester arrivando a vincere la Coppa della Regione mentre i gruppi Senior si dividono in Promozione con nome Virtus e Serie D con nome Velester. Di questi anni è anche il Titolo Nazionale del Centro Sportivo Italiano Juniores, un risultato di grande rilevanza per il settore giovanile cestistico veliterno. La stagione 2005-2006 vede partire una collaborazione totale con la Talenti Lariano che porta la squadra Under 21 Eccellenza (classi 1985/86/87) a vincere la Coppa della Regione, gli Under 16 (classi 1990/91) ad accedere alla seconda fase regionale mentre la Serie D si qualifica ai play-off conquistando il 4° posto finale. Si arriva così fino alla stagione 2008-2009, anni durante i quali le giovanili continuano a mietere successi mentre la formazione Senior incaglia sempre nei play-off, non riuscendo ad accedere alla Serie C. Fino appunto alla fatidica primavera del 2009 quando, finalmente, la Virtus Velletri con il 2° posto finale in Serie D conquista la promozione diretta in serie C regionale. Siamo ormai quasi ai giorni nostri, con il gemellaggio con la sola Virtus Ariccia, i successi delle giovanili a livello regionale, e la prima squadra che nella stagione 2014-2015 a rischiato la promozione alla Serie C Nazionale perdendo contro Anzio ai play-off. La società gialloblu è diventata ormai un punto di riferimento anche a livello regionale, collaborando e proponendo un’idea di basket, ma anche di gestione delle squadre e degli atleti, molto diversa dai campanilismi del passato. In particolare va sottolineata la capacità della Virtus di inserirsi nel tessuto scolastico, proponendo attività didattiche che hanno conquistato studenti e insegnanti, riconfermando la volontà del sodalizio di rimanere concentrato sull’importanza dello sport a livello giovanile prima che professionistico. Una data da ricordare quindi quella del 25 febbraio 2006, che sarà accompagnata nei mesi futuri da eventi e appuntamenti che possano ricordare gli enormi sforzi fatti fin qui e lanciare verso il futuro questo sodalizio nelle mille difficoltà che deve affrontare lo sport dilettantistico in Italia tra mancanza di strutture, costi esorbitanti e scarso sostegno da parte delle istituzioni.

Fabio Ciarla