Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




lunedì 15 febbraio 2016

La Fortitudo Academy battuta all'inglese dalla vice-capolista N. Florida (0-2)

TEAM NUOVA FLORIDA: Caterini, Temperini, Ponziani. Petricca, Giacoia Fr., Mangiano, Angeletti, Ciciani (17′ st Giacoia Ed.), Piccini (17′ st Tisei), Di Bari (45′ st Marchesano), Troccoli. Panchina: Mancinelli, Leoni, Missori, Filippini. Allenatore: Andrea Bussone. FORTITUDO ACADEMY: Vetta, Rainone, Cicala (8′ st Germini), Di Fazio, Quattrocchi, Felci, Rossi, Pieri, Del Prete, Rulli, Sardini (8′ st Campagna). Panchina: Buzzoni, Candidi, D’Achille, Fanni, Pistolesi. Allenatore: Maurizio Rossi MARCATORI: 33′ st Giacoia Fr., 35′ st Giacoia Ed. 


 Partita giocata con un campo al limite della praticabilità, tanto è vero che la gara è iniziata con circa trenta minuti di ritardo.
Gara che vede la Fortitudo uscire sconfitta ma a testa alta, dando del filo da torcere ai suoi più quotati avversari che occupano il secondo posto del girone C di Promozione. La partita al pronti e via vede già la Fortitudo protagonista al 2′: calcio d’angolo di Pieri per Del Prete che al volo colpisce la palla e quest’ultima sfiora la traversa. Al 5′ ancora i veliterni, lancio di Cicala per Rossi che si invola verso l’area avversaria e dal limite tenta di sorprendere il portiere avversario con un pallonetto ma l’estremo difensore è pronto e neutralizza il tiro; al 12esimo insiste la squadra di Rossi, scambio sulla fascia tra Sardini e Rainone che dal fondo mette al centro e Rossi non arriva per un pelo al tap in che avrebbe portato in vantaggio la Fortitudo. La squadra di casa si vede al 14esimo grazie un cross di Troccoli per Di Bari che colpisce di testa la palla indirizzandola sotto il sette ma viene intercettata dall’ottimo estremo difensore Vetta che manda il pallone sul fondo; al 32esimo è Troccoli del Nuova Florida ad essere pericoloso che serve una palla filtrante per Angeletti che entra in area e tira con prontezza, e strepitoso l’intervento di Vetta che para deviando sul fondo. Sul successivo calcio d’angolo è Piccini a colpire di testa sfiorando il palo alla sinistra del portiere ospite; il Nuova Florida al 42esimo ha l’occasione di portarsi in vantaggio scambio tra Piccini e Di Bari, quest’ultimo in area tira con violenza ma c’è Vetta che gli nega la gioia del gol parando con bravura. Nel secondo tempo il campo pesante mette in evidenza due squadre che tendono a non subire gol e la prima azione degna di nota è al 62esimo con Campagna della Fortitudo, che in azione di contropiede si invola verso la porta avversaria ma proprio nel momento del tiro viene contrastato da Ponziani che in piena area riesce a intercettare il pallone deviandolo sul fondo; reagisce immediatamente la squadra di casa al 64esimo, palla per Di Bari che serve Troccoli che entra in area e tira, ma Vetta fa valere la sua bravura e para. Al 78esimo la squadra di casa passa in vantaggio, calcio d’angolo di Angeletti per la testa di Giacoia F. che non marcato a dovere di testa sorprende Vetta, portando in vantaggio il Nuova Florida 1 a 0. La Fortitudo subisce il colpo, e ne approfittano ancora gli avversari che due minuti dopo all’80esimo raddoppiano, azione manovrata in area veliterna con scambio ravvicinato tra Ciciani e Troccoli che è pronto a tirare , Vetta è attento e reattivo e con bravura respinge il pallone che arriva fra i piedi di Giacoia E. il quale spinge in rete la palla del 2 a 0; la squadra ospite non molla e reagisce con orgoglio, all’83’ gran tiro di Rulli dalla distanza di 30 metri e Caterini portiere di casa, sorpreso interviene con difficoltà; l’ultima azione è di marca veliterna, all’89esimo Campagna liberatosi dell’avversario in area serve la palla del 2 a 1 a Del Prete che dal dischetto tira con violenza ma la mira è sul portiere che riesce a deviare sul fondo. Peccato per gli uomini di Rossi che nonostante la buona prestazione lasciano al Nuova Florida i tre punti in palio, dimostrando di non meritare l’attuale classifica per il gioco espresso sia come quantità e qualità.