menù



Sponsor

mercoledì 10 febbraio 2016

Carabinieri eseguono mandato di arresto europeo: dopo 6 anni, uomo rintracciato in Rmania è stato consegnato alle autorità italiane

I Carabinieri della Stazione di Nemi hanno dato esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Velletri nel Giugno 2010, per il reato di concorso in favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Ciò nei confronti di un cittadino romeno rintracciato dopo 6 anni di latitanza nel proprio paese di origine nel quale aveva trovato rifugio sfuggendo alla cattura e allontanandosi dall’Italia. 



Il cittadino romeno S.M. di anni 39 è stato preso in consegna alle ore 07:45 circa sulla pista dell’aeroporto di Fiumicino al suo arrivo con volo di linea Alitalia, proveniente da Bucarest, accompagnato dal personale del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, ai quali era stato consegnato dalle Autorità Romene poiché colpito da Mandato d’Arresto Europeo. Ad aspettarlo sulla pista i Carabinieri della Stazione di Nemi, unitamente al personale della Polizia di frontiera e i Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma, conducendo l’arrestato presso la casa circondariale di Velletri. L’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere era stata emessa a seguito di un’attività investigativa condotta nel 2010 dai Carabinieri della Stazione di Nemi che aveva consentito di smantellare una pericolosa organizzazione criminale che gestiva nei Castelli Romani lo sfruttamento della prostituzione di giovani donne romene costrette con violenza a prostituirsi.