menù



Sponsor

mercoledì 13 gennaio 2016

Ferrovia Roma-Velletri, M5S: "Se ci sono soldi per autostrade inutili e dannose ce ne devono essere per i treni"

Anno nuovo vita nuova? Per tanti sicuramente si: non per i pendolari della tratta ferroviaria Ciampino-Velletri, costretti ogni giorno a pagare per usufruire di un servizio che definire pessimo e disdicevole è un eufemismo. 


Non si può attendere oltre, il raddoppio della Ciampino-Velletri è oramai più che necessario. A tal proposito i gruppi del M5S dei Castelli romani interessati dal problema (Velletri, Lariano, Genzano, Ariccia, Lanuvio, Albano, Marino, Ciampino) hanno avviato diverse attività sul territorio per portare il problema in Regione.
Prima di tutto una raccolta firme associata ad una petizione on line conclusasi con risultati eccellenti: migliaia di persone non hanno esitato a firmare. Un questionario in cui abbiamo chiesto consigli direttamente ai cittadini, ricevendo le loro proposte. E contemporaneamente è stata presentata in ogni comune una mozione con la quale si vuole impegnare Sindaco e Giunta affinché si facciano anch'essi portavoce di questa richiesta e si affianchino a noi per creare un comune fronte di pressione volto ad ottenere un vero interessamento da parte della Regione Lazio. In particolare a Velletri, durante il Consiglio comunale dell'11 dicembre, è stato approvato un ordine del giorno derivato da due mozioni. La prima è quella presentata dal M5S nella quale si richiede,per l'appunto, il raddoppio della tratta. La seconda mozione, presentata dal PDL, chiede la trasformazione della linea in metropolitana leggera di superficie. Questo ordine del giorno, votato all'unanimità, impegna Sindaco e Giunta a richiedere al Consiglio regionale ed all'assessore alla mobilità, di inserire nel Piano della Mobilità la tratta ferroviaria Ciampino-Velletri mediante un progetto di efficientamento con il raddoppio del binario e/o la trasformazione in metropolitana leggera. La scusa della mancanza di fondi non regge più: se ci sono per costruire autostrade inutili e dannose come la Cisterna-Valmontone, a maggior ragione significa che ce ne devono essere per le ferrovie.


Comunicato Stampa