menù



Sponsor


lunedì 7 dicembre 2015

Scaricavano liquami creando una discarica a cielo aperto, denuncia e blitz della Finanza in un Frantoio di Velletri

Doveva essere un giro di controllo non distaccato dalla routine, ma il forte odore ha attratto l'attenzione della Guardia di Finanza che ha così approfondito la traccia ascoltata fino ad arrivare in un'autentica discarica a cielo aperto.


E' scattato così il sopralluogo in un noto frantoio di Velletri, dove si è scoperto che lo smaltimento delle acque di lavorazione delle olive venivano smaltite illegalmente ed abusivamente senza l'ausilio di un'impresa specializzata. 

In pratica le acque venivano collegate ad un terreno adiacente il frantoio, dove i liquami venivano scaricati senza alcuna precauzione nè assicurazione sanitaria provocando tra l'altro una puzza irrespirabile per i residenti della zona. Subito intervenuta la ASL, insieme alla Protezione ambientale, si è verificato il grado di inquinamento delle acque mentre è scattata la denuncia alla Procura di Velletri per i proprietari. Altra tegola il fatto che - stando alle prime indiscrezioni - nel frantoio sarebbero stati trovati lavoratori senza regolare contratto e totalmente in nero.