menù



Sponsor

mercoledì 23 dicembre 2015

Lariano, una stele in Piazza Santa Eurosia in ricordo di quarantaquattro valorosi concittadini caduti nel primo conflitto mondiale

L’Amministrazione Comunale nell’ambito delle celebrazioni per il centenario del primo conflitto mondiale, con la preziosa collaborazione del ricercatore larianese Daniele Scifoni, già autore di un libro sull’evoluzione delle radici della comunità larianese, ha effettuato una ricerca storica molto importante per individuare gli abitanti di Lariano che parteciparono alla Prima Guerra Mondiale perdendovi la vita in battaglia, in prigionia o per ferite riportate durante i combattimenti. 


La ricerca è avvenuta attraverso diverse fonti: i libri battesimali, i libri dei sussidi ed infine consultando l’Albo d’Oro dei Caduti nella guerra del ’15-’18, ha portato alla luce quarantaquattro nominativi.

Nella mattinata di Venerdi dicembre alle ore 9.00, si è tenuta una bellissima e suggestiva cerimonia ufficiale che ha avuto come momento principale il collocamento di una stele commemorativa che è stata posizionata vicino al Monumento dedicato ai Caduti presente sulla Piazza Santa Eurosia. L’iniziativa ricordiamo intitolata “Lariano in memoria dei suoi figli caduti durante la Grande Guerra”, che comprende la cerimonia commemorativa e la presentazione del calendario artistico del Comune di Lariano 2016, rientra nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale della Presidenza del Consiglio Ministri. Alla cerimonia in una piazza Santa Eurosia presente un picchetto d’onore del I Reggimento Granatieri di Sardegna. Molte le autorità militari presenti con in testa il Sottosegretario alla Difesa On. Domenico Rossi.
Il Colonnello Cippitelli Direttore Ten.Col. Luigi Cippitelli Direttore Museo Storico della Motorizzazione Militare. L’Arma dei Carabinieri con Il Comandante della Compagni di Velletri capitano Davide Occhiogrosso, il comandante della Locale Stazione Di Lariano Maresciallo Mauro Straffi, rappresentanza della Guardia di Finanza di Velletri, L’associazione Nazionale Carabinieri in Congedo Sezioni di Velletri e Lariano, Associazione Nazionale Bersaglieri sezione della Provincia di Roma e di Artena e altri labari di altre sezioni, l’associazione Nazionale finanzieri di Velletri, la Polizia Locale di Lariano, numerose realtà associative di Lariano, la Protezione Civile, il fonico Simone Di Tullio. Presente poi una folta rappresentanza di studenti della scuola Media Achille Campanile accompagnati dai loro alunni e dal dirigente scolastico Isabella Pitone. Prima della cerimonia, c’è stata la visita istituzionale del sottosegretario alla Difesa on. Domenico Rossi presso il Palazzo Comunale dove è stato ricevuto dal sindaco di Lariano Maurizio Caliciotti e dalla rappresentanza dell’amministrazione comunale e il presidente del consiglio comunale Pietro Romaggioli. Durante il breve incontro in Comune l’on Domenico Rossi ha apposto una dedica sul libro D’Onore di Lariano e in seguito c’è stato uno scambio di presenti tra il Sindaco di Lariano Caliciotti e lo stesso Sottosegretario alla difesa on Domenico Rossi.
Accolto sulla piazza l’arrivo del Sottosegretario alla Difesa On Rossi. Speaker della manifestazione il cav. Tommaso Leotta. C’è stato il momento solenne dove il sindaco Maurizio Calciotti insieme all’on Domenico Rossi hanno scoperto la bellissima stele commemorativa dei caduti di Lariano della prima Guerra Mondiale, e poi è stata posizionata una corona d’alloro davanti alla stele e la benedizione del parroco di Lariano Padre Vincenzo Molinaro. Successivamente ci sono stati gli interventi dapprima del sindaco di Lariano Maurizio Calciotti. “Rivolgo un caro saluto ai rappresentanti delle associazioni d’arma, alle autorità militari, religiose e civili, a tutti i cittadini ed in particolare a voi ragazzi presenti in rappresentanza di tutte le scuole di Lariano. Per la prima volta Lariano celebra una sua Giornata della Memoria, oggi 18 dicembre 2015, celebriamo il Centenario della Prima Guerra Mondiale ricordando per la prima volta i caduti larianesi e apponendo i loro nomi su di una Stele commemorativa che oggi viene simbolicamente consegnata ai posteri per la conservazione della memoria storica. Lavorare sulla memoria storica significa imparare dagli errori per costruire le basi del futuro. La Prima Guerra Mondiale fu molto più crudele della seconda, fu una terribile carneficina che si protrasse per 4 anni e si concluse il 4 novembre del 1918 in Italia l’11 novembre nel resto d’Europa, seminando ovunque morte e distruzione! Gli aspetti terribili di questa guerra non cancellano, ma accrescono l’ammirazione per gli uomini che offrirono la loro vita per la patria come soldati di grande valore riconosciuto da tutti gli storici. Questa giornata, che ferma nel tempo il ricordo dei nostri Caduti, deve essere motivo di riflessione. Siamo qui per ringraziare ancora le nostre Forze Armate, per rendere onore a tutti coloro che in questi luoghi, in queste trincee, soffrirono e morirono, compiendo gesti di grande valore e di grande coraggio. Come amministrazione comunale, abbiamo deciso circa un anno fa di celebrare il centenario della Grande Guerra, componendo per la prima volta dal 1967, anno dell’autonomia di Lariano, un Albo dei Caduti della Prima Guerra Mondiale.

Lariano doveva dare assolutamente un nome ai suoi figli che avevano combattuto per la libertà della nostra Patria, perdendo la vita in battaglia, in prigionia o per le ferite riportate durante gli aspri combattimenti. La ricerca è stata egregiamente condotta dal dott. Daniele Scifoni, al quale intendo porgere a nome di tutta l’amministrazione comunale, il mio più sentito ringraziamento per il grande impegno, la professionalità e l’entusiasmo, con i quali ha condotto la faticosa ricerca dei nomi dei caduti larianesi. Mi piace credere che il ricordo di questi nostri concittadini, e di tutti i caduti combattendo per difendere la pace e la Patria, serva a stimolarci nell’impegno quotidiano all’interno delle nostre famiglie, della nostra comunità e dell’intera società per costruire un mondo migliore, un mondo dove ci sia spazio per ogni essere umano, senza distinzioni di razza, religione e cultura”. Poi l’intervento del Sottosegretario alla Difesa on. Domenico Rossi. “Quest’ oggi siamo qua per un evento molto importante, per ricordare i nostri caduti della prima guerra mondiale, iniziativa di grande significato portata avanti dall’amministrazione comunale di Lariano alla quale esprimo la mia vicinanza. Elemento fondamentale di tale cerimonia è la presenza numerosa dei giovani per dar loro messaggi importanti. Il messaggio che deve passare è quello del sacrificio di quei valori giovani che nelle trincee del Carso hanno fatto l’Unità d’Italia che sia da stimolo e da esempio. Sottolineiamo l’impegno costante di tutte le forze armate costantemente impegnate con spirito di sacrificio nelle vari missioni e a tutela della pace. Questa che abbiamo è un’eredità importante, la libertà e la democrazia è stata conquistata attraverso l’estremo sacrificio della morte. Ringrazio il sindaco e tutti voi presenti qua oggi uniti per ricordare i nostri valorosi eroi caduti a Lariano nella prima guerra mondiale”. La cerimonia è proseguita nel pomeriggio presso l’atrio del Palazzo Comunale dove è stato presentato il Calendario Artistico 2016 dedicato appositamente al primo conflitto mondiale. Opera realizzata dal maestro Luana Cuticchia. Durante la presentazione il sindaco Caliciotti ha evidenziato l’importanza di quest’opera e ringraziato l’artista Luana Cuticchia per una collaborazione proficua che ha portato alla terza edizione del Calendario della Città di Lariano e ja ringraziato tutte le forze armate e associazioni civili e mondo della scuola che hanno partecipato e hanno collaborato per l’ottima riuscita dell’importante evento commemorativo. Un grazie particolare è andato alla signora Luana Spallotta dell’ufficio segreteria del Sindaco per l’ottimo lavoro svolto nell’organizzazione e Il maesto Luana Cuticchia ha poi donato un quadro che raffigura poi la copertina del calendario all’amministrazione Comunale e si è detta orgogliosa di questa collaborazione con il Comune di Lariano e nel suo intervento oltre a parlare del calendario il suo pensiero è andato anche a Ferdinando Tamburlani e Walter Pantoni due grandi personalità che tanto hanno dato alla Comunità larianese e che quest’anno sono venuti a mancare. Nell’atrio è stata esposta la mostra con i vari quadri dell’artista tutti sul tema della prima guerra mondiale con un accenno ai grandi valorosi caduti di Lariano.

Alessandro De Angelis