Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




venerdì 4 dicembre 2015

Giorgio Tagliaferri confermato alla guida della Velitrae

L’ing. Giorgio Tagliaferri rimane alla guida dell’Associazione Ginnastica Velitrae grazie ai voti dell’80% degli associati che hanno preso parte all’Assemblea Elettiva che lunedì sera si è svolta nei locali della palestra della S.M.S. “C. Cardinali”. 


Al suo fianco lavorerà un Consiglio Direttivo in buona parte rinnovato e composto dai veterani Fabrizio Mazzalupi e Antonio Pansera e dalle new entry Stefania Luchetti, Tiziano Colizzi e Pierluca Zampardi.

Si è fermato a un numero ristretto di consensi la candidatura dello sfidante alla presidenza Danza Francesco e della sua lista di papabili consiglieri ai quali però va il merito di aver vitalizzato l’assemblea dei soci portando una sana e rispettosa alternativa. L’intensità dell’Assemblea si è intuita immediatamente dall’afflusso dei soci in massa nei minuti antecedenti all’inizio dei lavori e dall’arrivo in palestra del consigliere nazionale della Federginnastica Pierluigi Miranda e del Presidente Onorario del Comitato Regionale Lazio della F.G.I. nonché consigliere regionale del CONI Prof.ssa Antonia Paparelli, entrambi su delega della Presidenza Nazionale della Federazione Ginnastica d’Italia. A presiedere l’Assemblea è stato chiamato proprio il consigliere nazionale Miranda che l’ha condotta con assoluto rigore e massima attenzione al rispetto delle norme previste dallo Statuto societario; al suo fianco ha avuto il sostegno del consulente fiscale dell’associazione Celestino Bottoni, una delle figure più autorevoli in Italia nel campo della fiscalità sportiva in quanto segretario nazionale di una federazione sportiva nonché docente della Scuola Regionale dello Sport del CONI Lazio. Dopo l’illustrazione da parte del consulente fiscale della rivisitazione integrale del rendiconto economico/finanziario dell’associazione per renderlo sempre più leggibile e rappresentativo dei conti dell’ente, la parola è passata agli stessi candidati presidenti per la presentazione della loro candidatura. Ha iniziato il Presidente uscente Tagliaferri che ha ripercorso con orgoglio il difficile piano di risanamento sin qui attuato e lanciato il nuovo progetto sportivo affidato nelle mani del neo-direttore sportivo Prof. Mauro Simonetti; nel suo intervento programmatico il candidato Danza ha preferito invece soffermarsi , contestandola, sulla più recente riorganizzazione tecnica e sportiva scelte della società. Con l’intervento del socio benemerito Prof. Stefano Dorigo si sono scaldati gli animi con un intervento che è apparso un vero e proprio attacco personale nei confronti della Presidenza rea, a suo dire, di aver allontanato in questi due anni istruttori e ginnasti dall’associazione; a dargli man forte è intervenuto il socio Fabio Taddei con una serie d’appunti alla presidenza dell’assemblea per la conduzione della stessa che però non hanno fatto breccia nel consigliere nazionale Miranda, sicuramente solito ad assemblee ai massimi livelli. Di tutt’altro tono l’intervento del socio Prof. Ivan Giorgi che, parlando a nome dell’intero attuale staff tecnico, ha invece elogiato il nuovo corso avviato dal Direttore Sportivo Mauro Simonetti che ha portato entusiasmo e professionalità nell’ambiente e ha invitato l’intera assemblea a sostenere il progetto del Presidente uscente Tagliaferri. Si è così passati alle votazioni prima del Presidente e quindi del Consiglio Direttivo e le operazioni, proprio a causa dell’elevato numero di soci intervenuti in assemblea, sono state particolarmente lunghe. Alla fine dello spoglio l’esito è stato quasi un plebiscito per il Presidente Giorgio Tagliaferri e i candidati collegati alla sua lista, una squadra che sarà chiamata a risollevare le sorti di quest’associazione che in questi anni ha alternato luci ed ombre ma non ha mai smesso di mantenere quell’orgoglio e dignità che ne hanno fatto un Collare d’oro al Merito Sportivo. Chi ha vinto e chi ha perso probabilmente rimarrà solo negli annali e nei verbali della storia della Velitrae. Quello che è parso chiaro a tutti gli intervenuti in assemblea è stata la schiacciante vittoria dell’associazionismo, del volontariato, della partecipazione e della democraticità, valori questi di cui il glorioso e longevo sodalizio sportivo veliterno ne ha fatto una bandiera da oltre 110 anni. Insomma, ancora una volta ha vinto la Velitrae.

Livio Mastrostefano